Il “diritto all’antenna”

Sapevate che la legge n. 554 del 6 maggio 1940 ha creato un vero e proprio “Diritto all’antenna”?
Ebbene sì, e l’ha fatto sancendo che “i proprietari di uno stabile o di un appartamento non possono opporsi alla installazione, nella loro proprietà, di aerei esterni disegno stilizzato di una antenna satellitare, la cosiddetta paraboladestinati al funzionamento di apparecchi radiofonici appartenenti agli abitanti degli stabili o appartamenti stessi“.

Il fondamento costituzionale

La ratio della curiosa disposizione trova la sua giustificazione nell’art. 21 della Costituzione (libertà di manifestazione del pensiero) sotto il profilo dell’irrinunciabile diritto ad essere informati. Ciò ovviamente a scapito del diritto di proprietà altrui, anch’esso di origine costituzionale (art. 41), sub specie di potere esclusivo che il proprietario dell’immobile può esercitare sul proprio bene.

Le Corti a tutt’oggi, facendo applicazione di tale bilanciamento tra i due principi di rango costituzionale, ritengono prevalente l’interesse del singolo che vuole installare un apparecchio ricetrasmittente, rispetto a quello dei condomini comproprietari del lastrico solare, o del singolo proprietario del solaio su cui l’aereo andrà ad essere installato!

-dott.ssa Sabrina Grisoli-

Be Sociable, Share!
Ti è piaciuto questo articolo?
Richiedi consulenza su questo argomento:

info@centrosarg.com

One Comment

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Condivisioni:
CrestaProject